Festa dei Ceri, Agabiti: “Torneremo a rivivere la festa nella sua pienezza”

È il commento dell’assessore regionale al Turismo e alla Cultura
Gubbio

“I Ceri di Gubbio e la sua Festa, che non si è fermata completamente neanche durante le due Guerre mondiali, fanno parte del patrimonio emotivo e culturale degli eugubini e di tutti gli umbri. Non a caso proprio i Ceri sono il simbolo della Regione Umbria. Quest’anno, in un momento così particolare e difficile, anche la festa si è dovuta adeguare all’esigenza inderogabile della tutela della salute. Una necessità che viene prima di tutto e che sta modificando fortemente le nostre abitudini”. È il commento dell’assessore regionale al Turismo e alla Cultura, Paola Agabiti.

“Siamo consapevoli che si tratta solo di un momento di passaggio, indispensabile perché si torni, già dal prossimo anno, a rivivere la festa nella sua pienezza – conclude l’assessore -. Gli umbri e l’Umbria hanno un grande patrimonio di tradizioni che ne rappresentano la forza necessaria a superare i momenti critici e a rialzarsi. Sono il perno di una cultura vivida e vivace che come Regione vogliamo valorizzare e che convintamente continueremo a sostenere tanto più in questa fase in cui dobbiamo impegnarci con l’obiettivo condiviso di rilanciare l’Umbria”.