Coronavirus, a Giove fra i nuovi positivi anche una ragazzina di 14 anni

Sale a 33 il numero dei contagiati nella "zona rossa"
Giove

Una donna di Giove di 64 anni è morta per Coronavirus. Era stata ricoverata giorni fa in ospedale, ma il suo fisico non ha retto e le cure si sono rivelate purtroppo inutili. La notizia della morte della donna, molto conosciuta e stimata in paese, è stata comunicata martedì 14 aprile dal sindaco Alvaro Parca su Facebook. "Questo lutto - ha detto - toglie rilievo al fatto positivo che da due giorni non si sono registrati nuovi contagi". Il primo cittadino ha poi espresso le proprie condoglianze ai familiari della 64enne. Nei giorni scorsi Giove è stata dichiarata zona rossa dalla Regione dell'Umbria proprio per l'elevato numero di casi positivi segnalati. Quello della donna è il primo decesso che si registra in paese per Coronavirus. 
 "Ritengo di interpretare la tristezza della nostra comunità rivolgendo le più sincere condoglianze alla figlia ed alla famiglia" ha spiegato.
    "Questo lutto - ha aggiunto Parca - toglie rilievo al fatto positivo che da due giorni non si sono accertati casi di positività al virus, nonostante i numerosi tamponi prelevati e ci impone di stare più in guardia che mai".
    Al momento risultano 33 residenti di Giove contagiati, fra cui una ragazzina di 14 anni, 39 le persone in isolamento e 92 coloro che lo hanno concluso.
    Oltre 200, in totale, i tamponi eseguiti negli ultimi giorni e programmati anche per oggi.