Presa ladra ricercata in tutta Europa

La donna è stata fermata e identificata dai carabinieri di Fossato di Vico
Fossato di Vico

Girava indisturbata sebbene ricercata in tutta Europa poiché condannata per furto in Polonia, dove deve scontare la pena di un anno e dieci mesi.
Lo riporta oggi Il Messaggero Umbria, che riferisce del fermo della donna trentacinquenne identificata dai Carabinieri della Stazione di Fossato di Vico, nell'ambito dei controlli finalizzati a reprimere il sempre più preoccupante fenomeno dei furti nelle abitazioni.
La fermata si aggirava con fare sospetto tra le case di Fossato, per cui è stata notata dai militari e prontamente fermata.
Sottoposta a controllo e risultata tra l'altro priva di documenti d'identità, la giovane ha cercato di sviare gli agenti della Compagnia di Gubbio dichiarando di essere giunta da poco nella zona e di vivere presso un conoscente. A quel punto, insospettiti da un eccesso di nervosismo e imbarazzo mostrato, si è proceduto al fermo di identificazione per accertarne le esatte generalità. E' stata quindi accompagnata al comando di Gubbio per il fotosegnalamento con rilevazione delle impronte digitali, e lì si è scoperto che era ricercata in quanto interessata da una misura cautelare emessa dalla Corte di Appello di Perugia in relazione a un mandato di arresto europeo diffuso dal Tribunale Distrettuale di Balystock della Repubblica di Polonia. L'arrestata si trova adesso nel carcere di Capanne, in attesa di essere consegnata alle autorità polacche.