La truffa dei gettoni dell’autolavaggio spacciati per due euro

In realtà valgono 50 centesimi. A Foligno ci sono caduti due anziani
Foligno

Non c'è limite alla fantasia dei truffatori. A Foligno dei loschi individui hanno turlupinato due anziani facendosi dare banconote in cambio di monete, che poi si sono rivelate essere dei vecchi gettoni per l'autolavaggio. Le truffe sono accadute nei pressi dell'ospedale San Giovanni Battista, in via Arcamone.
Si raccomanda dunque di fare attenzione. Il trucco sta in questo: ci si avvicina alle potenziali vittime chiedendo di cambiare una banconota di 10 euro con monete. La banconota di carta servirebbe a fare benzina. Sta di fatto che poi le vittime si ritrovano in mano dei gettoni per l'autolavaggio, dal valore ognuno di 50 centesimi.
Questi getton sono gli stessi da quasi vent’anni, ben prima che entrasse in vigore l’euro. Molte stazioni ne fanno uso. Per la precisione, tutte quelle costruite da Autoequip Lavaggi, l’azienda astigiana che dal 1963 produce impianti di pulitura fai-da-te delle macchine. I gettoni, invece, li fabbrica la International Mint srl di Torino.
Tutto è legale: dimensioni, peso, metallo e incisioni segnano le differenze dagli euro veri.
Ma i gettoni sono abbastanza simili da indurre qualcuno a tentare di rifilare la «sola».