Dimesso il 23enne salvato in extremis dai sanitari

L'azione multidisciplinare ha portato al grandissimo risultato in campo medico
Foligno

È stato dimesso, guarito, il paziente di 23 anni preso in cura nelle scorse settimane dai sanitari dell’ospedale “San Giovanni Battista” di Foligno che l’hanno letteralmente strappato alla morte.
Come riporta , il giovane è stato operato di mediastinite acuta discendente necrotizzante e nelle scorse ore, come detto, è stato dimesso guarito. Un risultato importantissimo, quello ottenuto al “San Giovanni Battista”.
I sanitari, come detto, lo hanno letteralmente strappato alla morte con un lavoro di squadra che racconta come la Sanità pubblica sia efficace e, come in questo caso, riesca anche a compiere veri e propri miracoli.
Un’azione multidispilinare che ha visto entrare in azione l’area di emergenza urgenza coordinata dal dottor Giuseppe Calabrò e poi i sanitari che nella immediata e successiva fase hanno preso in carico il giovane paziente e che sono il dottor Costanzo Fedeli responsabile della struttura semplice dipartimentale di chirurgia toracica Asl Umbria 2; la dottoressa Liana Lentischio responsabile anestesia e rianimazione, Fabrizio Fabrizio responsabile otorino laringoiatria, dottor Federico Scarponi responsabile neuroroabilitazione. L’equipe chirurgica è composta dal dottor Costanzo Fedeli, Michele De Rosa, Fabrizio Longari.