Solidarietà per Pamela, la “mamma coraggio” di Montefalco

Iniziata la raccolta di fondi per poterla sottoporre ad una cura sperimentale
Foligno

Si è messa in moto la catena di solidarietà per salvare Pamela, la “mamma coraggio” di Foligno, che ha partorito 4 mesi fa nonostante le chemioterapie. È iniziata la raccolta fondi per le cure. Oltre 550 persone hanno già donato più di 22mila euro complessivi. Ma il tempo stringe.
Pamela Angelelli, mamma 37enne di Montefalco, ha scoperto di essere affetta da linfoma primitivo non Hodgkin di tipo aggressivo quando era incinta di 6 mesi. Ha messo al mondo il suo bambino nonostante sia stata sottoposta ai primi cicli di chemioterapia quando il piccolo era ancora in grembo. 
 Nicola è nato sano e forte il 13 novembre scorso ma Pamela è a rischio di vita.

Pamela è stata candidata a seguire una terapia sperimentale, CarT, all'Istituto tumori di Milano. Ma si tratta di una terapia non ancora liberamente disponibile in Italia. È possibile sottoporsi alla cura in America o in Israele, ma in quegli Stati la sperimentazione è a pagamento e i costi sono elevatissimi: i cicli possono arrivare fino a 500mila euro. Così la famiglia e gli amici si sono messi in moto per raccogliere i fondi necessari. E stata aperta una sottoscrizione nella piattaforma .

È la stessa Pamela a chiedere aiuto dal suo profilo Facebook: «Purtroppo si! mi é capitata anche questa nella vita... ed ora non mi resta che provarle tutte! Confido nel vostro aiuto, anche delle cifre più irrisorie perché in tanti potremmo raggiungere moltissimi risultati! Faremo una pagina dedicata agli aggiornamenti sia della malattia che della raccolta, dove sarà tutto trasparente! Scusate se non avevo meglio da condividere! Ma fate come me, condividete e donate, il tempo corre». «Il solo pensiero che la nostra Pamela non possa farcela - è l'appello dei familiari e degli amici a donare - a crescere suo figlio è devastante. Non possiamo rinunciare a lottare sapendo che esiste una concreta possibilità».

****

Precisiamo che qualora Pamela riuscisse a rientrare nelle sperimentazioni italiane le donazioni potranno essere restituite, devolute a casi simili o alla ricerca sul cancro .

Famiglia Giovannetti/Angelelli e gli amici di sempre.

Per chi volesse partecipare con bonifico diretto alla raccolta fondi per Pamela può utilizzare questo Iban a seguire, conto acceso eslusivamente per questo scopo al fine di garantire la massima trasparenza.
Ogni eventuale donazione dovrà riportare la causale:
“donazione volontaria per cure mediche Angelelli Pamela”

GIOVANNETTI SIMONETTA
IBAN: IT07R0301503200000005914294