A Foligno la Polizia Locale conferma lo sciopero programmato per il giorno 17 maggio, dalle 16 alle 18

In concomitanza con l’arrivo del Giro d’Italia nella città della Quintana
Foligno

A Foligno la Polizia Locale conferma lo sciopero programmato per il giorno 17 maggio, dalle 16 alle 18, in concomitanza con l’arrivo del Giro d’Italia nella città della Quintana. Lo hanno ufficializzato i sindacati di categoria, per voce di Andrea Russo, responsabile regionale coordinamento polizia locale Uil-Fpl, Patrizia Mancini, segretaria territoriale Fp-Cgil e gli Rsu Claudio Ottaviani, Umberto Ruzittu e Stefania Gubbini.
“Obbligati a prestare il proprio servizio di fatto senza alcuna retribuzione, contrariamente a quanto è e dovrebbe essere riconosciuto a tutti i lavoratori”: questo il motivo principale, oltre alla ormai cronica carenza di organico.
Per i rappresentanti dei lavoratori “si sta imboccando una strada che mette a rischio il riconoscimento di queste festività per un numero crescente di lavoratori. Il Comune di Foligno afferma di esser costretto ad agire in questo modo a seguito di un’ispezione del MEF ma, nonostante le numerose ed articolate proposte fatte dalle Organizzazioni Sindacali per dare una risposta equa e risolvere questa situazione, il sindacato ed i lavoratori che rappresenta non sono stati fino ad oggi ascoltati. In ogni caso, torniamo a chiedere che il Comune, per trasparenza, renda pubbliche le relazioni del MEF e le proprie controdeduzioni”.
I sindacati evidenziano anche la stasi sui concorsi: “il Comune di Foligno conta circa 57 mila abitanti ed ha ormai in servizio attivo, compreso il Comandante, solo 37 operatori (uno dei quali è in prepensionamento e tre hanno limitazioni rilevanti all’attività esterna per motivi di salute). Per capire il disappunto della Polizia Municipale di Foligno, basta volgere lo sguardo verso Spoleto, che ha in servizio 40 operatori, avendo espletato un concorso che ha condotto ad assumere (in piena pandemia) sette nuovi agenti. In pratica, Foligno ha un operatore ogni 1.540 abitanti; Spoleto uno ogni 950: un rapporto che, se applicato a Foligno, porterebbe a 60 operatori (ne mancherebbero 23). Non solo il concorso per ufficiali, avviato a novembre 2019, ancora non è stato concluso ma ancora continua a non essere neppure bandito quello per l’assunzione di agenti, mentre l’Amministrazione ha già proceduto per altri profili professionali“.