Foligno, multe ai commercianti per insegne e pubblicità

Sanzioni fino a 500 euro
Foligno

Una cinquantina di commercianti, operatori economici e professionisti, che operano sia nel centro storico di Foligno che nel resto del territorio comunale, si sono visti recapitare delle buste contenenti multe relative ad alcuni illeciti commessi per pubblicizzare negozi, studi o laboratori.
Nella stragrande maggioranza dei casi, come riporta il Corriere dell'Umbria (in un servizio a firma di Claudio Bianchini), chi ha agito lo ha fatto in buona fede, magari non conoscendo bene le normative in materia che regolano il settore, e anche considerando il fatto che in casi analoghi precedenti non era mai stato sanzionato. C'è infatti da premettere che il servizio in passato era stato gestito direttamente dalla Fils, società municipalizzata la quale a detta degli esercenti non aveva mai inviato sanzioni e bollettini di pagamento. Ora ad occuparsi di controlli e riscossione, invece, è la Ica. E così c'è addirittura chi si è ritrovato a pagare fino a 500 euro.

In queste ore le associazioni di categoria si stanno attivando, se non altro per limitare i danni, anche perché gli accertamenti risalirebbero ad un semestre fa, nel periodo tra la fine dello scorso anno e l'inizio del 2019. Chiesto un incontro urgente al sindaco Stefano Zuccarini che, messo a conoscenza della vicenda, si attiverà anche tramite l'assessore al bilancio e ai tributi, Elisabetta Ugolinelli, per verificare la situazione.