Il “Tetto” trasparente di Amoni piace al Politecnico di Milano

Oggetto di studio l’idea del presidente della Confcommercio
Foligno

Proteggere il centro storico folignate con una copertura trasparente. È una idea di Aldo Amoni, presidente della Confcommercio. Una maniera per trasformare la via in un salotto all'aperto dove la gente possa passeggiare anche in caso di intemperie. A rispolverare questa idea ci hanno pensato ora gli studenti del Politecnico di Milano, che ne faranno oggetto di studio.
«Quando penso alla Foligno che vorrei - dice Amoni - penso a questo centro commerciale all'aperto, a questa galleria urbana in cui si possa circolare nel centro storico senza timore della pioggia ma potendo comunque guardare il cielo».
«Sono anni che sogno questo progetto e devo dire che anche ultimamente ho incontrato interesse su questa idea. Ora ci lavoreranno gli studenti e vedremo quale sarà la loro visione. Ho inviato il materiale che avevo a disposizione, la precedente elaborazione fatta anni fa e ora loro ci aggiungeranno dell'altro. So che gli studenti del Politecnico hanno chiesto le planimetrie della città al Comune di Foligno, che è stato disponibile e ora non ci resta che attendere per vedere cosa sforneranno di interessante».
Il progetto prevede una struttura in plexiglas autopulente appoggiata su piloni di acciaio cromato e si chiama formalmente “Galleria urbana a Foligno”. Con questa nuova collaborazione con il Politecnico, la volontà di Amoni di riproporre il progetto si è decisamente rafforzata. Tanto che si appresta a sottoporlo a quella che sarà la nuova amministrazione comunale folignate (le elezioni non sono lontane).
«Direi anzi - aggiunge Amoni - che guarderò con grande interesse chiunque mi dimostrerà di voler prendere in considerazione, magari anche nel suo programma elettorale, il progetto di copertura del centro storico. Anche perchè invito a riflettere sul fatto che questa opera renderebbe la nostra città veramente unica e consentirebbe anche di contrastare in modo serio l'aggressione dei centri commerciali esterni alle mura urbiche, visto che anche il cuore della città diventerà una sorta di centro commerciale all'aperto. Il primo step potrebbe essere proprio la copertura del Quadrivio: per questa porzione a suo tempo si era ipotizzato un costo di circa 300mila euro, una cifra che poteva anche essere sostenuta».

Tornando agli studenti saranno quelli del Laboratorio construction and sustainabilty design studio del Politecnico di Milano (coi professori Rebecca Fant, architetto, e Massimiliano Nastri), ad occuparsi della Galleria folignate, che dovrebbe interessare anche via Umberto I e via Mazzini.