Raffica di furti in centro

La rabbia dei commercianti
Foligno

E' allarme furti a Foligno, città funestata recentemente da numerosi colpi, avvenuti soprattutto nella zona del centro storico. I più recenti, lo scippo ai danni di una, e due rapine all'interno di due esercizi commerciali.

Il primo furto, andato a segno nella notte tra lunedì 1 e martedì 2 marzo, ha interessato il Bistrot, locale tipico che si trova sotto le Logge di Corso Cavour. I malviventi, due, hanno portato via il registratore di cassa che conteneva circa 600 euro. Le telecamere di sorveglianza hanno però ripreso le immagini della rapina e saranno di aiuto per l'identificazione dei delinquenti.

Il secondo colpo, sempre nella notte tra lunedì e martedì, è avvenuto all'interno di un negozio di telefonia di Corso Cavour, zona Porta Romana. In questo caso, i malviventi hanno fatto razzia di cellulari e altri prodotti tecnologici, portandosi via un incasso di circa 250 euro. Non è la prima volta che questo negozio è oggetto dell'indesiderata attenzione da parte dei ladri: già nel 2018 era stato rapinato.

Il sindaco di Foligno Stefano Zuccarini, data la crescente preoccupazione dei cittadini, la rabbia dei commercianti che hanno appena riaperto e l'aumento del numero dei furti in città, ha incontrato nuovamente il Prefetto Antonio Gradone.

Nella notte tra venerdì 12 e sabato 13 febbraio un altro colpo era stato portato a segno ai danni del , fatto esplodere utilizzando del gas. Il colpo sarebbe stato messo a punto, secondo quanto è emerso dalle prime indagini, verso le 3 del mattino, e avrebbe fruttato un bottino di 20mila euro in contanti.

Non molto tempo prima, tra il 29 e il 30 gennaio, era stato rubato il , ritrovato fortunatamente in sole 24 ore.

L'automezzo, proprietà del rione plurivincitore della Giostra della Quintana, il rione Croce Bianca, era stato nascosto tra due ulivi sulle colline sovrastanti Sant'Eraclio.

E sempre a fine gennaio, precisamente il 18 sera, una mentre stava facendo ritorno alla propria abitazione a Tenne di Borroni. Il ladro, coperto da un passamontagna, ha prima spintonato la donna - fortunatamente incolume - per poi sottrarle con forza la borsa, al cui interno erano contenuti 300 euro in contanti, chiavi e tutti i documenti della 55enne.