Mario Bravi torna a guidare la Cgil di Foligno

Ufficiale il suo ritorno alla guida del sindacato folignate
Foligno

Mario Bravi torna a guidare la Cgil di Foligno dopo 27 anni.

 

È oramai ufficiale il ritorno di Mario Bravi ai vertici del sindacato folignate come responsabile della zona che va da Assisi alla Valnerina, fino a toccare anche Bastia, Foligno e Spoleto.

Tornerà senza però guardare al passato, a quell'incarico che dal 1983 al 1991 gli ha fatto muovere i primi passi come sindacalista, e con un bagaglio di esperienze molto più ampio, mirato “soprattutto alla crescita dei giovani, nella consapevolezza della centralità e della dignità del lavoro”.

 

Sarà proprio il lavoro giovanile l'impegno principale di Bravi, lui stesso lo definisce come “una situazione delicata” supportata da dati allarmanti volti a dimostrare che “solo un assunzione su cinque risulta a tempo indeterminato”. Il sindacalista promette quindi massima attenzione sul tema in modo da mettere in atto un “inversione di tendenza nel tentativo di creare per i giovani un lavoro dignitoso”.

Un altro punto focale sarà mirato alle aziende storiche del folignate del settore aeronautico che “offrono capacità di ulteriore sviluppo e occupazione”, con uno sguardo anche al settore ferroviario che in questo periodo di crisi “rischia ulteriori contraccolpi occupazionali”.