Foligno: il Bilancio passa a maggioranza ma le tensioni restano

Il Consiglio ha approvato anche il documento unico di programmazione
Foligno

Foligno: il bilancio di previsione del 2016 è stato approvato a maggioranza con 13 voti (sufficienti) e otto contrari, ma i problemi e le tensioni non sono stati sanati.

Il Consiglio comunale ha approvato anche il documento unico di programmazione e la mozione urgente presentata dal sindaco Nando Mismetti sulla situazione della Fils (12 voti a favore dei consiglieri di maggioranza, 10 voti contrari dei consiglieri di opposizione e di Elio Graziosi, consigliere del gruppo misto). Sulla mozione Fils, la consigliera Lorella Trombettoni (Pd) ha chiesto "l’azzeramento del management" della società.

Nel corso del dibattito sul bilancio il consigliere Graziosi (gruppo misto), uscito da alcuni mesi dal Pd ma che è rimasto nella maggioranza di centrosinistra, ha annunciato che, dopo aver assicurato il voto sul bilancio di previsione e poi sul bilancio consuntivo, uscirà dalla maggioranza. "Voterò i provvedimenti – ha detto – secondo coscienza".

Il Sindaco Nando Mismetti aveva così inquadrato la situazione: “E’ indubbio che la coalizione di maggioranza attraversa delle difficoltà, ma voglio distinguere nettamente questo fatto dall’approvazione del bilancio, atto essenziale per il futuro della città. Foligno è uno dei pochi Comuni a non avere problemi nell’approvazione del bilancio perché i conti sono in ordine. Il bilancio è coerente con gli impegni elettorali assunti. L’approvazione del bilancio è un atto di responsabilità. C’è spazio per un confronto aperto sulle questioni politiche, ma per discutere c’è bisogno di incontrarsi. Ma non c’è dubbio che ci sia bisogno di una maggioranza coesa per affrontare i prossimi tre anni di legislatura”.