Presentazione del volume “Oltre le Carte II. L’Abbazia di S. Croce di Sassovivo”

Sabato 19 ottobre alle ore 17:30 nella sala rossa di Palazzo Trinci
Argomenti correlati
Foligno

Per iniziativa dell’associazione “Amici dell’Abbazia di Sassovivo”, nella sala rossa di Palazzo Trinci, sabato alle 17,30, sarà presentato il volume “Oltre le Carte II. L’Abbazia di S. Croce di Sassovivo presso Foligno e la sua realtà materiale”, curato da Lia Barelli, Maria Romana Picuti, Michele Asciutti e Roberta Taddei (Fabrizio Fabbri Editore, 2019), seconda pubblicazione della collana editoriale I Quaderni di Sassovivo. Storia Arte Archeologia.

L’iniziativa, che si avvale del patrocinio del Comune e della Diocesi di Foligno, si aprirà alle 16 in Piazza della Repubblica, di fronte all’ingresso di Palazzo Trinci, dove l’architetto Maddalena Paolillo, dell'Università La Sapienza di Roma, terrà una visita-conferenza, aperta al pubblico, dal titolo “La piazza della Repubblica. Consistenza storica e figurativa di un complesso palinsesto” nel corso della quale verranno illustrati i dati preliminari di un recente studio che riguarda l’individuazione delle fasi architettoniche della cattedrale di San Feliciano attraverso i secoli con l’obiettivo non solo di ricostruire la storia di questo importante monumento, ma di procedere altresì ad un’interpretazione complessiva della formazione dell’attuale Piazza della Repubblica e dell’apertura in età tardo medievale della Piazza del Grano.

Al termine della visita-conferenza, avrà inizio la presentazione del volume, moderata da Lucia Bertoglio, presidente Archeoclub Foligno.

Dopo i saluti istituzionali, interverranno Alessandra Molinari (Università di Roma Tor Vergata) e Ruggero Martines (Pontificia Università Gregoriana) che descriveranno la rilevanza scientifica dei contributi contenuti nel volume, nel quale vengono pubblicati per la prima volta gli esiti più significativi ed eclatanti delle diverse campagne di scavo che hanno interessato l’abbazia nell’ambito di una ricerca multidisciplinare, ancora in corso, per studiare il complesso monastico in modo approfondito con tecnologie all’avanguardia.