Black out, ristorante costretto a mandare via 120 clienti

Il titolare del locale “Osteria del Trap Da Umberto” sporge denuncia e chiede i danni
Ferentillo

L'interruzione di corrente è costata due giorni di chiusura forzata al ristorante "Osteria del Trap Da Umberto".
Come riporta Il Corriere dell'Umbria, a Ferentillo proprio in questi giorni si stanno ultimando i lavori della messa in posa della fibra ottica nel territorio e per questo motivo è stata tolta la corrente nella zona dove si trova il ristorante in questione. La ditta appaltatrice, dal canto suo, si era attivata nel caso ci fossero state delle interruzioni di corrente provvedendo ad installare un gruppo elettrogeno che si occupasse della distribuzione della corrente per quei giorni in cui il lavori dovevano esseIlre fatti. Ma qualcosa non ha funzionato. Durante la serata 28 luglio il gruppo elettrogeno ha smesso di funzionare intorno alle 22 perché era finito il gasolio e di conseguenza il ristorante è rimasto senza corrente nel bel mezzo di una serata con 120 persone a cena.
Un danno per il ristoratore ingente, per le già gravate casse delle attività del settore dopo la pandemia. Lo spiacevole episodio è accaduto di nuovo due giorni più tardi, il 30 luglio alle 22,30. Umberto Trotti esasperato dalla situazione ha chiamato le forze dell'ordine per denunciare l'accaduto e di conseguenza anche il fornitore della rete elettrica. "Ho dovuto - spiega il ristoratore Umberto Trotti - mandare via quasi 70 persone la prima volta e altrettante la seconda volta, con un danno economico e d'immagine incalcolabile. Ma non finisce qui perché alcuni macchinari della cucina si sono bruciati a causa dello sbalzo di tensione elettrica che ha preceduto il momento in cui è andata via la corrente. Avevamo ripreso alla grande dopo il lockdown e questo non ci voleva proprio, sono veramente indignato e farò di tutto affinché chi ha sbagliato paghi".