Avigliano Umbro, ragazzi da tutto il mondo per “We Are Energy 2016”

Iniziativa promossa da Enel per i figli di dipendenti in Italia e all'estero
Eventi

Di Riccardo Clementi - 125 giovani, 17 Paesi (Argentina, Brasile, Cile, Colombia, Guatemala, Messico, Perù, Panama, USA, Slovacchia, Russia, Romania, Spagna, Francia, Italia, Grecia, Sudafrica), 19 tutor internazionali, 5 mini-tutor, insomma un grande e bel pezzo di mondo pieno di energia che in questi giorni grazie a Enel si è ritrovato in Umbria,

cuore verde d’Italia pulsante di natura e di energia, per l’edizione 2016 del “We Are Energy”, l’iniziativa promossa da Enel per i figli di dipendenti in Italia e nel mondo.

I ragazzi, che da alcuni giorni si trovano ad Avigliano Umbro presso la tenuta de “I Ciclamini”, sono i vincitori del concorso Open Up the future, che quest’anno ha chiesto ai partecipanti di proiettarsi nel futuro e raccontare le loro visioni: le nuove forme e gli usi dell’energia, gli ambienti e le case in cui vivremo, i mestieri di domani, gli strumenti e le tecnologie che cambieranno la nostra vita, le migliori idee dei giovani sono state selezionate e si sono aggiudicate il premio per volare in Italia e vivere due settimane piene di energia in Umbria. Il campus in Umbria per l’occasione si è trasformato nello spazio dove sperimentare innovazioni e forme d’energia, cimentarsi con creatività e ingegno, divertirsi e fare gioco di squadra attraverso workshop scientifici e creativi, laboratori, performance collettive, incontri con gli esperti per parlare di sicurezza, accesso all’energia e innovazioni del futuro. E poi serate a tema, gite, sport, giochi e visite in alcuni dei luoghi più belli dell’Umbria tra le province di Perugia e di Terni, ecco quanto stanno vivendo i ragazzi vincitori del concorso che giovedì 21 luglio, prima di rientrare nei luoghi di provenienza, saranno ospiti presso la sede centrale di Enel a Roma per il Celebration Day.

Una visita particolarmente gradita al campus umbro è stata quella del Direttore della Comunicazione di Enel Ryan O’Keeffe che ha raccontato ai ragazzi il nuovo approccio Open Power e i cinque punti della missione 2025 del Gruppo Enel: aprire l’accesso all’energia a più persone, aprire il mondo dell’energia alle nuove tecnologie, aprirsi a nuovi modi di gestire l’energia per le persone, aprirsi a nuovi usi dell’energia, aprirsi a nuove partnership. Temi su cui i ragazzi hanno poi lavorato con proposte e idee durante il Makers Lab, il laboratorio dedicato alla digital fabrication, ispirato dalle sfide più attuali legate all’energia e da alcuni progetti realizzati da Enel. L’Umbria si conferma così terra di energia e di cultura, importante per lo sviluppo sostenibile promosso da Enel.