Casciari: «Nella lista Pd i soliti intoccabili»

Lo sfogo della consigliera uscente
Elezioni

Carla Casciari non l'ha presa bene. La consigliera uscente esprime tutta la sua amarezza per l'esclusione dalle liste del Pd alle prossime Regionali del 27 ottobre. Tanto da dichiarare al Corriere dell'Umbria: «Altro che rinnovamento e facce nuove, la lista del Partito democratico è composta per lo più dai soliti intoccabili».
Per scrivere poi un lungo post sulla sua pagina Facebook:


“Carissimi, sostenitori reali e seguaci virtuali, amici e amiche di tutta l’.
Il 27 ottobre prossimo saremo chiamati al voto per l’elezione del nuovo Presidente della Regione e per il rinnovo dell’Assemblea Legislativa. Sarà una giornata fondamentale per la storia politica di questa terra che rischia di finire nelle mani di chi, amministrativamente parlando, a Roma come in piccole realtà locali, si è dimostrato inaffidabile.
Chi mi conosce e chi mi ha seguito non credo abbia bisogno di ulteriori mie parole per comprendere quanto temo questa possibilità, e allo stesso tempo non credo ci sia altro da aggiungere alla testimonianza già resa rispetto al mio impegno al servizio dei cittadini. Ho perseguito politiche riformiste e inclusive, per tutti, rivolgendomi verso obiettivi concreti che appartengono al comune sentire della comunità democratica.
Il Partito Democratico dell’Umbria, nella persona del Commissario regionale Walter Verini, ieri ha deciso di escludermi dalla lista dei candidati per le prossime elezioni regionali a sostegno del candidato Presidente Vincenzo Bianconi, dopo un pomeriggio di inspiegabile indecisione e attendismo. Nell’epoca del patto civico, stretto con il Movimento 5 Stelle, il Partito Democratico ha scelto il patto interno.
Rammaricandomi per la decisione presa, colgo l’occasione per ringraziare nuovamente il PD perugino per avermi inserito della rosa dei candidati rappresentativi della città, così come ringrazio tutti coloro che ho incontrato in questa significativa esperienza amministrativa e politica. Grazie a chi mi ha accompagnato e grazie a chi mi ha ostacolato. La mia indole mi condurrà ad occuparmi a testa alta ancora della “res publica”, in altre vesti e in altri contesti: da semplice cittadina, da mamma e persona sempre attivamente coinvolta nel mondo del volontariato. Continuerò a dare il mio contributo per un centro sinistra progressista e aperto alle energie del civismo autentico, raccogliendo stimoli e idee da chi quotidianamente s’impegna per un’Umbria migliore. Auguro a tutti i candidati di vivere la miglior campagna elettorale cui possono aspirare”.