Rapina in villa, ad organizzare il tutto la figlia adottiva

A suo carico ci sono intercettazioni e testimonianze. La donna, 33 anni, pochi giorni dopo se ne è andata in Brasile, suo paese di origine
Deruta

Fatta piena luce sulla  a luglio del 2020. Quando un imprenditore e la moglie furono presi a pugni e legati da tre malviventi armati di pistola e coltello. I banditi portarono via oltre 68 mila euro in orologi di valore e gioielli.
Adesso viene fuori che ad organizzare il tutto sarebbe stata la figlia insieme ad altri tre. A suo carico ci sono intercettazioni e testimonianze.
La donna, 33 anni, pochi giorni dopo se ne è andata in Brasile, suo paese di origine. E’ ancora lì. In base agli atti giudiziari firmati dal giudice Federica Fortunati risulta formalmente indagata per rapina e sequestro di persona insieme ad altri tre.
Di cui due, organizzatore ed esecutore del colpo modello Arancia meccanica, sono finiti in manette.