Corciano, in arrivo 4.935 nuovi punti luce a Led su pubblica illuminazione

Vicesindaco Pierotti: “Vogliamo eliminare impianti che sfruttano una tecnologia obsoleta e dal forte impatto ambientale”
Argomenti correlati
Corciano

“L’amministrazione comunale di Corciano introdurrà la tecnologia a Led su 4935 punti luce, intervenendo su tutti i pali della pubblica illuminazione di tutte le strade cittadine". Così Lorenzo Pierotti, Vicesindaco con delega ai lavori pubblici, commentando la delibera d’interesse pubblico del consiglio comunale circa la qualificazione del parco illuminotecnico del comune. Un percorso che consentirà all’amministrazione di bandire una gara a livello europeo con importo a base d’asta pari a 422.800 euro/anno. "Scopo dell’intervento - prosegue il vicesindaco - è l’eliminazione delle lampade a mercurio, sodio e fluorescenti ancora presenti nel territorio, impianti che sfruttano una tecnologia ormai obsoleta e dal forte impatto ambientale, che saranno man mano sostituiti con corpi illuminanti a Led, lampade smart in grado di ottimizzare i consumi energetici e ridurre l’inquinamento luminoso, garantendo al tempo stesso una migliore qualità dell’illuminazione e dunque una maggiore sicurezza stradale. Un investimento che se fosse sostenuto dall’ente - aggiunge ancora - ammonterebbe a circa circa 3,5 milioni di euro più il costo dell’energia elettrica ma che invece sarà sostenuto interamente da chi si aggiudicherà la gara, e si ripagherà con i risparmi sui consumi di energia elettrica dell’illuminazione pubblica dei prossimi quindici anni contrattuali". Accanto alla volontà di conseguire vantaggi per l'ambiente e la sicurezza, conseguendo risparmi economici, anche l'intento di dare prosecuzione alla linea dell'esecutivo, come evidenzia l’assessore all’innovazione tecnologica Andrea Braconi. “È molto importante continuare l’azione di efficientamento energetico e di riduzione delle emissioni di Co2 che abbiamo già avviato con l’installazione dei nuovi punti luce aggiunti negli ultimi anni - sottolinea - L’esigenza di contenere il fabbisogno di energia in ogni settore applicativo è stato sempre uno dei principali obiettivi di questa amministrazione. Oltre i punti luce saranno fatti altri lavori di ammodernamento - conclude - come la possibilità di regolazione del flusso luminoso, il telecontrollo dei punti nei centri storici, l’accorpamento dei quadri elettrici ed alcuni punti dedicati agli attraversamenti pedonali”.