Solomeo, l’ultimo grande abbraccio alla carissima Carlotta

Tanti in piazza e in chiesa per i funerali della diciottenne morta in un incidente stradale in Grecia
Corciano

L'ultimo abbraccio alla cara Carlotta Martellini, morta a 18 anni sulle strade di Mykonos in Grecia, è avvenuto a Solomeo, il paese dove la famigla aveva abitato a lungo e dove la giovane aveva ancora molti amici.
Le onoranze religiose si sono svolte nella chiesa di San Bartolomeo. La messa è stata celebrata dal parroco, don Alessandro Passerini, alle 9.30. Al termine del rito funebre, la giovane è stata tumulata nel cimitero di Solomeo.
Tante persone che hanno voluto dare l'ultimo saluto a Carlotta. Tanti gli striscioni e i palloncini. Su un lenzuolo bianco le parole di De André: "E come le più belle cose vivesti solo un giorno come le rose". 
Amici e parenti, gli unici ad entrare nella piccola chiesa di San Bartolomeo. Il padre, la madre e sorella accanto alla bara, rientrata ieri da Atene.
Tra i tanti messaggi di conforto e cordoglio, anche quello di Andrea Bocelli e della moglie Veronica.
«…Da quando abbiamo saputo, pesiamo a te e Maurizio, alla immensità di un dolore che oggi vi tiene sotto scacco, pensiamo al nulla che abbiamo tra le mani…per voi, nel baratro del dolore, un unico silenzioso abbraccio nella speranza che partecipiate alla nostra vicinanza. Carlotta è bellissima, è una ragazza dal sorriso disarmante, ha gli occhi che parlano…così è e sarà per sempre…è giusto continuare a vivere proprio per Carlotta…». - Veronica e Andrea Bocelli