Buco di bilancio: tutti assolti anche nel processo d'appello

La procura chiedeva oltre 4 milioni di risarcimento del danno all’ex dg Cerquiglini, all’ex sindaco Benedetti e altri sette
Comune Spoleto

Anche in secondo grado tutti assolti per il buco di bilancio, l’ex direttore generale del Comune di Spoleto, Angelo Cerquiglini, ’ex sindaco Daniele Benedetti e altri sette tra amministratori e dipendenti comunali nel 2013, quando era stato contabilizzato a 9,1 milioni di euro il disavanzo del municipio.
Sulla decisione della Corte dei Conti è intervenuto il deputato e commissario del Pd umbro Walter Verini: «Vogliamo mandare un abbraccio a Benedetti e agli amministratori e dirigenti comunali di Spoleto che hanno visto confermata definitivamente la loro piena correttezza amministrativa nella gestione del bilancio comunale. Abbiamo sempre conosciuto Benedetti come un amministratore e un sindaco capace e motivato, che insieme con la sua squadra di governo della città ha lavorato nell’interesse della comunità spoletina. Questa cosa era nota da sempre. Ora anche un giudizio come questo della magistratura contabile finalmente lo conferma. E siamo certi che Daniele potrà continuare con nuove motivazioni a dare il suo contributo di idee e impegno alla sua città, alla sua regione, al suo partito».