Capi di abbigliamento sequestrato regalato alla Caritas

Volontari provvederanno a distribuire attraverso l’apposito “Emporio della Solidarietà” alle persone svantaggiate.
Città di Castello

Il Comando Provinciale di Perugia della Guardia di Finanza ha donato alla Caritas di Città di Castello oltre mille capi di abbigliamento, per un valore di mercato di più di 5.000 euro. Dopo aver ottenuto l’autorizzazione dalla Procura della Repubblica di Perugia per capi e calzature recanti marchi contraffatti e dal Comune di Città di Castello quale ente amministrativo competente per gli altri indumenti, i finanzieri della Tenenza di Città di Castello, considerato anche il buono stato di conservazione dei capi, hanno devoluto il tutto in beneficienza. La donazione è avvenuta alla presenza del vescovo Domenico Cancian e di Don Paolino Trani, direttore della Caritas diocesana, i quali hanno ringraziato il Corpo della Guardia di Finanza.
I volontari della Caritas tifernate provvederanno a distribuire i capi di abbigliamento attraverso l’apposito “Emporio della Solidarietà” alle persone svantaggiate.