Ex Fcu, presentata un’interrogazione parlamentare

Intanto protestano i comitati dei pendolari per l’assenza dei candidati-presidente
Città di Castello

La Nazione dell'Umbria oggi dedica un articolo alla Ex Fcu in cui si legge: «A pochi giorni dal voto del 27 ottobre, una cosa è certa, ed è la totale assenza in Altotevere dei candidati a governatore della Regione...». A dirlo sono Annalisa Costa del "Comitato Pendolari Stufi" e Carlo Reali dell'associazione "Il Mosaico" che prendono posizione sull'annoso problema della infrastrutture e della viabilità in Altotevere. «Nei programmi dei candidati ci siamo resi conto che si affrontano solo le tematiche che interessano Perugia o altre città come Foligno, Spoleto e Terni» - hanno spiegato. «In tema di infrastrutture si continua a parlare per Fcu di metropolitana di superficie e siamo preoccupati che si ritenga il Frecciarossa come la “soluzione principe” ai ritardi atavici alle nostre infrastrutture e ai problemi di gestione del trasporto. Vorremmo ricordare ai tanti consiglieri regionali uscenti e ai ricandidati, che la Regione ha immesso denaro dei contribuenti in un servizio commerciale rendendolo peggiorativo».
Intanto la vicenda della Fcu e della E45 finisce sul tavolo del ministro, con una interrogazione dell'onorevole Edoardo Rixi, responsabile nazionale Trasporti e Infrastrutture della Lega.
  Accompagnato dall'onorevole Riccardo Augusto Marchetti, Rixi ha voluto capire e conoscere da vicino l'annosa questione della ex Fcu, parlando anche i rappresentanti di alcuni comitati: «Quali interventi urgenti il ministro intenda adottare per garantire la funzionalità del sistema stradale e ferroviario umbro, con particolare riferimento ai corridoi E45 e Ferrovia Centrale Umbra, assicurando un livello di servizio adeguato sulla rete viaria con completamento dei cantieri in corso e riaperturadei viadotti ancora chiusi?». Si chiede l'onorevole Rixi. Marchetti, invece, evidenzia: «Vogliamo che la Fcu torni ad essere un punto di riferimento per gli altotiberini».