Nardi spa, cassa integrazione per i 99 lavoratori

Siglato l'accordo tra l'azienda e i sindacati ma restano le preoccupazioni
Città di Castello

Cassa integrazione di massa.

La Nardi Spa, in concomitanza con i sindacati Fim, Fiom e Uilm della provincia di Perugia, ha siglato oggi l' accordo per avviare le procedure di cassa integrazione per i 99 operai rimasti nell'organico dell'azienda metalmeccanica umbra.

La Cig avrà durata di 12 mesi ma le parti hanno espresso preoccupazione per la probabile dilatazione, di circa tre mesi, che ci sarà dall'avvio delle pratiche all'effettivo pagamento erogato dall'Inps ai lavoratori. Per questo i sindacati hanno chiesto alla Regione di mobilitarsi e anticipare le somme per non lasciare ancora una volta gli operai senza stipendio.

Una risposta dovrebbe arrivare nelle prossime 48 ore.

Intanto, la nuova proprietà della Nardi, ribadisce la sua intenzione di voler sanare l'azienda per poi cercare imprenditori nel settore interessati a rilevarla. A questo proposito i sindacati hanno chiesto ulteriori chiarimenti e rassicurazioni su cosa comporterebbe in maniera pratica il “risanamento”.

Domani, 6 febbraio, sarà organizzato un incontro con i lavoratori di San Giustino per informare le maestranze e valutare il proseguo dell'azione sindacale.