Ricercata per evasione è stata arrestata dai Carabinieri di Città di Castello

Si è conclusa la fuga di una 29enne italiana residente nel tifernate
Città di Castello

Nella giornata di ieri, i Carabinieri della Compagnia di Città di Castello, dopo prolungata attività di ricerca durata più di un mese, hanno rintracciato e arrestato una donna 29enne italiana, residente nel tifernate, che era evasa dagli arresti domiciliari durante le ultime festività natalizie e si rifugiava a Perugia.

La donna, poco prima delle citate festività, era stata arrestata e sottoposta ai domiciliari in esecuzione di ordinanza di misura cautelare emessa dal GIP del Tribunale di Perugia, poiché gravemente indiziata in concorso di due furti verificatisi all’interno di altrettanti esercizi commerciali di Città di Castello.

Nel corso di un controllo di routine presso il suo domicilio effettuato nel giorno di Natale, la pattuglia del Radiomobile si accertava che la donna si era arbitrariamente allontanata e non aveva fatto più ritorno al suo domicilio. Erano state allertate tutte le unità dell’Arma in servizio perlustrativo e, nonostante le ricerche protrattesi anche nei giorni successivi, si realizzava che la donna si era probabilmente allontanata verso altre località lontane dalle zona dell’Alta Valle del Tevere.

Nel frattempo, in considerazione della gravità della violazione della misura restrittiva, il GIP disponeva che, in caso di successivo rintraccio, la prevenuta fosse condotta presso la Casa Circondariale.

Con l’operazione di ieri, pertanto è stato posto fine al suo periodo di ricercata e, dopo le formalità del caso, è stata tradotta presso la Casa Circondariale di Perugia.