Città di Castello, nonna Luisa a 106 anni non rinuncia al voto

Nonostante l'incidente domestico che le ha procurato sei punti di sutura l'ultracentenaria si è recata alle urne
Città di Castello

Nonna Luisa ancora una volta al voto.

Nemmeno un incidente domestico che le è costato sei punti di sutura alla fronte ha impedito a Luisa Zappitelli, che vanta oramai 106 anni, di recarsi alle urne per andare a votare regolarmente al seggio n.52 della scuola elementare di Rignaldello, a Città di Castello.

La sua prima volta è stata nel lontano 2 giugno 1946 quando, insieme alla famiglia e ad un gruppo di amiche, camminò a piedi per chilometri al solo scopo di esercitare il proprio diritto di voto.

Un vero e proprio esempio per le generazioni presenti e future, la donna ha infatti dichiarato di voler fare appello “a tutti a venire a votare, soprattutto i giovani ai quali è affidato il futuro del nostro Paese e della nostra democrazia”.