Color Glass, “azienda insalubre”

L'Istituto Superiore di Sanità ha così classificato l'azienda di Trestina che recupera fanghi per ricavarne biossido di titanio
Città di Castello

L'Istituto Superiore di Sanità ha classificato la Color Glass, l'azienda di Trestina che recupera fanghi e ne ricava biossido di titanio, come insalubre.
Nello specifico la nota dell'Istituto Superiore di Sanità, pervenuta lo scorso 14 agosto, è stata immediatamente trasmessa per le valutazioni di competenza ad Asl, Arpa e Regione dell'Umbria e sarà posta, fin dalla prossima riunione, all'attenzione della Conferenza di servizi già insediata per il rinnovo dell'autorizzazione.
La Nazione riporta di numerose prese di posizione da parte dei partiti politici, Castello Cambia e Lega che chiedono soluzioni urgenti, confronti e approfondimenti. Associazioni ambientaliste come il Wwf hanno presentato una diffida agli organismi competenti affinchè venga emessa un'ordinanza urgente di cessazione dell'attività. Tra l'altro soluzione richiesta già da più parti e da diversi mesi.

Al riguardo Arpa, ha comunque assicurato fin da ora che nessun superamento dei valori limite è stato mai rilevato, precisando che i dati sono in ogni caso a disposizione di tutti i cittadini sul sito. Il sindaco Bacchetta ha inoltre ribadito di aver immediatamente attivato gli organismi tecnici e amministrativi coinvolti.