Città della Pieve, arrestato dai Carabinieri pusher di 28 anni

Fermato dai militari in flagranza di reato
Città della Pieve

I Carabinieri di Città della Pieve, nel primo pomeriggio di sabato 9 gennaio, hanno tratto in arresto in flagranza, per l’ipotesi di reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti un ragazzo, cittadino albanese di 28 anni, domiciliato a Perugia e già noto alle forze di polizia.

Lo straniero, a poca distanza dall’autodromo di Magione, è stato fermato dai Carabinieri mentre, a bordo di autovettura, era intento a cedere sostanza stupefacente ad un quarantenne italiano, anch’egli a bordo di un veicolo. Il giovane, alla vista dei militari, ha tentato di scappare cercando di disfarsi dello stupefacente in suo possesso gettandolo dal finestrino del veicolo. La sua è stata una brevissima fuga e lo stupefacente, consistente in 4 involucri di cellophane termosaldati contenenti 4 grammi circa di cocaina, è stata prontamente recuperato.

E’ stato fermato subito anche l’ acquirente che ha ammesso di essersi incontrato con lo straniero per la droga e che era “un cliente abituale”. I successivi accertamenti, e la conseguente perquisizione domiciliare, hanno consentito di rivenire tre telefoni cellulari ed euro 545,00 in contanti, verosimile provento dell’attività di spaccio.

L’arrestato è stato quindi condotto presso gli uffici della Compagnia Carabinieri di Città della Pieve per le incombenze di rito, a disposizione dell’A.G. di Perugia.