Incidente a Ospedalicchio, 30enne indagato per omicidio stradale

Si tratta di un perugino di 30anni che era alla guida di un furgone utilizzato per le consegne
Bastia Umbra

Il conducente del furgone, un perugino di 30anni che era alla guida di un furgone, coinvolto nell'incidente avvenuto sulla 75 Centrale Umbra ad Ospedalicchio in direzione Foligno, in cui ha perso la vita un uomo di 69 anni ed è rimasta gravemente ferita la figlia di 20 anni, è indagato per omicidio stradale. Il ragazzo sarebbe risultato negativo all’alcol test e all’esame tossicologico. Il giovane, secondo le prime ricostruzioni, prima di arrivare addosso alla Peugeot, dove a bordo c’erano padre e figlia, avrebbe urtato le altre 5 auto che sono rimaste coinvolte nel mortale. I mezzi, da quanto si sa, avevano rallentato a causa dei lavori in corso.

L’incidente – un tamponamento a catena – ha coinvolto sette veicoli, cinque auto e due furgoncini.  

Il tamponamento da quanto appreso pare sia stato causato da un rallentamento sulla carreggiata per dei lavori in corso. Un primo tamponamento e poi a seguire tutti gli altri.

Anche altre persone coinvolte nel maxi-tamponamento si sono recate al Santa Maria della Misericordia ma, a parte lo choc, le loro condizioni non desterebbero alcuna preoccupazione.