Ubriaco entra in convento e dà in escandescenze

E' stato necessario l'intervento dei poliziotti per neutralizzare un uomo di 48 anni
Assisi

In evidente stato di ubriachezza, era entrato in un convento ad Assisi, dando in escandenscenze: sono dovuti intervenire i poliziotti del locale commissariato per neutralizzare l'uomo, un pugliese di 48 anni, che è stato denunciato per ubriachezza molesta. A carico del 48enne, gli agenti hanno riscontrato numerosi precedenti per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale, molestie e disturbo alle persone, atti osceni, possesso ingiustificato di oggetti atti ad offendere ed insolvenza fraudolenta. Per questi reati, compiuti in varie parti d''Italia, l'uomo ha ricevuto il foglio di via da molti comuni della Puglia, dell'Umbria, della Toscana e delle Marche. Da qualche tempo era arrivato ad Assisi, dove aveva trovato rifugio nei pressi di alcuni esercizi commerciali o chiedendo di luoghi di culto dai quali però era stato spesso allontanato per il suo abituale, eccessivo consumo di alcool. A suo carico il questore di Perugia, Francesco Messina, ha emesso un provvedimento che gli vieta per tre anni di tornare nel comune di Assisi.