Emergenza Covid-19, boom di donazioni all’ospedale di Assisi

Continuano ad arrivare strumentazioni e dispositivi di sicurezza regalati al personale per affrontare al meglio l’emergenza
Assisi

L’emergenza Covid-19 ha messo in moto un forte meccanismo di solidarietà verso gli ospedali e verso le strutture della Usl Umbria 1. E Assisi non è stata da meno. Nel giro di pochi giorni, infatti, sono arrivate all’ospedale numerose attrezzature e dispositivi di protezione individuale da parte di singoli cittadini, associazioni e imprese.

In particolare sono stati donati due ventilatori da parte del Rotary Club di Assisi e della famiglia Torino e un monitor da parte della ditta Catanossi & Masciolini impianti idraulici. E non solo. Numerosi dispositivi di protezione individuale sono arrivati anche dall’associazione Gli Amici di Simone (per oncologia), dallo studio notarile Pettinacci (destinate all’Rsa), dalla ditta Aisa, dalla Nobilissima Parte de Sotto del Calendimaggio, dalla Magnifica Parte de Sopra del Calendimaggio, dal comitato Festa degli Angeli, da Novella Confezioni, Shelby abbigliamento, dal sito internet Assisi News, dal Comune di Assisi, dalla Pro loco di Collemancio, dal Punto Rosa Assisi e dall’associazione ciclistica di Cannara.

Con i fondi raccolti da donazioni tramite internet, sono stati acquistati un elettrocardiografo e un aspiratore portatile per l’area grigia mentre la famiglia Cioccoloni ha donato un ecografo portatile e l’Automotoclub storico assisano ha acquistato per l’ospedale un videolaringoscopio. Il Comune di Assisi, infine, tramite la ditta Buini, ha fornito alla struttura due casette di legno per il pre-triage.

La direzione della Usl Umbria 1 ringrazia tutti i cittadini per il flusso continuo di donazioni che sta ricevendo per il personale sanitario e per i presidi ospedalieri in questo periodo di emergenza sanitaria.