Rivotorto, 59enne trovata morta in casa dopo un appuntamento preso sui social

L’ipotesi principale per investigatori e inquirenti è quella dell’abuso di droga
Assisi

Donna di 59 anni, partita da Verona per passare qualche giorno nella zona di Assisi, è stata trovata priva di vita in un appartamento a Rivotorto nella giornata di lunedì.
Una morte misteriosa, che la procura di Perugia ha deciso di approfondire per vederci più chiaro.
Come riporta oggi , nella giornata di oggi il sostituto procuratore Paolo Abbritti conferirà al medico legale Sergio Scalise Pantuso l’incarico per svolgere l’autopsia. Contemporaneamente verranno svolti anche rilievi tossicologici e proprio questa può essere un’indicazione importante su quanto si cerca di capire ed eventualmente confermare: la presenza di droga o di altee sostanze che possano aver causato o quantomeno contribuito a causare il malore letale per la donna.
L’allarme è scattato nel pomeriggio di lunedì, a Rivotorto. Sul posto immediato l’intervento del 118 e degli agenti del commissariato di Assisi, diretti da Francesca Di Luca. Per la donna non c’era più nulla da fare e una volta constatata la sua morte è stata portata all’obitorio dell’ospedale Santa Maria della Misericordia a disposizione del magistrato di turno. Che, di concerto con il procuratore capo Raffaele Cantone, ha aperto un fascicolo al momento contro ignoti.
L’ipotesi principale per investigatori e inquirenti è quella dell’abuso di droga o di qualche sostanza all’origine del malore che poi si è rivelato mortale. 
Secondo quanto si apprende la 59enne nei giorni scorsi è partita da Verona per passare qualche giorno nella zona di Assisi con un uomo che avrebbe conosciuto su Facebook.
Quello che è poi accaduto durante il suo soggiorno è al vaglio degli investigatori e della procura.