Suor Angela “gira” ad Assisi

Iniziate le riprese di “Che Dio ci aiuti 5”
Assisi

Lunedì sono iniziate le riprese di “Che Dio ci aiuti 5” ad Assisi e che dureranno una settimana.
La nota fiction prodotta dalla Lux Vide è dunque approdata in Umbria, con protagonista Elena Sofia Ricci, ‘crossover’ di Don Matteo (prodotto sempre dalla società di Matilde e Luca Bernabei) e girato in questi anni tra Gubbio e Spoleto.
I telespettatori che seguiranno Che Dio ci aiuti 5 (in onda su Rai Uno nel 2019 con 20 episodi e 10 puntate), quindi, potranno ammirare anche le bellezze di Assisi.
Ma l’obiettivo dell’amministrazione comunale guidata da Stefania Proietti è quello di trasferire l’intero set di Che Dio ci aiuti 6 (la cui effettiva realizzazione però dipenderà presumibilmente anche dagli ascolti della stagione che ancora si sta girando) nella città di San Francesco. A rivelarlo è la delibera di Giunta del 18 ottobre con la quale viene di fatto ratificato l’accordo con la Lux Vide che prevede l’assistenza logistica da parte del Comune per sei giorni, dal 22 al 27 ottobre, con riferimento ai permessi di occupazione suolo pubblico e di assistenza alle riprese da parte della polizia locale, di personale tecnico ed operativo e di associazioni del territorio per consentire il regolare svolgimento delle riprese.
Ma anche un contributo “finalizzato esclusivamente all’ospitalità per il personale operativo che risiederà in città per la settimana delle riprese“. Contributo che la Giunta comunale ha quantificato e concesso in 30mila euro, visto che, si legge nella delibera di Giunta “intendimento della Lux Vide è quello di improntare una collaborazione fattiva e duratura in termini esclusivi per la realizzazione della serie successiva (la sesta), di futura produzione a partire dall’anno 2019″.
I soldi utilizzati saranno quelli dei proventi dell’imposta di soggiorno.