Rissa fra extracomunitari ad Assisi, un ferito

La Polizia a caccia di un tunisino e di un marocchino
Assisi

Tutto è partito dall'allarme lanciata da un addetto alle pulizie dei servizi igienici a Santa Maria degli Angeli, che entrando nei bagni pubblici ha trovato un uomo con una mano insanguinata e ha deciso di chiamare subito il 113.
Giunta sul posto la Polizia di Stato di Assisi il ferito se l'era data a gambe, e dunque ha notato sul posto un altro soggetto muoversi con fare sospetto.
  


Alla vista degli agenti, questi ha fatto cadere dalle sue mani un paio di forbici e, saltando dalla banchina, ha iniziato a correre fino a scavalcare una recinzione di uno stabile vicino abbandonato facendo perdere le sue tracce.
  Dalle prime attività d’indagine si è comunque riusciti a dare un volto al possessore delle forbici. Si tratterebbe di un 31enne di nazionalità tunisina, senza fissa dimora e irregolare sul territorio nazionale.
Le forbici sottoposte a sequestro, erano in acciaio, con lame appuntite e lunghe dieci centimetri con rilievi raffiguranti draghi e pavoni.
Il cittadino tunisino veniva così denunciato in stato di libertà per il reato di possesso ingiustificato di arnesi atti ad offendere.

Anche l’uomo ferito alla mano è stato indentificato in un cittadino marocchino, 38enne, già destinatario di un "Foglio di Via" dal Comune di Assisi emesso dal Questore di Perugia per la durata di anni tre, evidentemente violato.

Anche per lui quindi è scattata la denuncia per inosservanza al provvedimento del questore.