Antonio Alunni, eletto presidente Confindustria Umbria

"Serve un nuovo piano economico per la regione"
Assisi

"L'Umbria ha bisogno di un nuovo progetto per uscire dalla crisi". L'imput viene da Confindustria regionale che martedì 24 ottobre, ad Assisi, nel corso dell'assemblea generale dell'associazione ha eletto il nuovo presidente Antonio Alunni, che succede ad Ernesto Cesaretti.

"E' necessario definire un nuovo progetto per la regione, per le imprese, per la società. Un progetto che raccolga le sfide poste dalla modernità scientifica, tecnologica, organizzativa, e che sappia ad esse rispondere in maniera coerente ed originale, calibrata sulla nostra identità e sulle nostre caratteristiche. Credo che sia il momento di ripensare l'Umbria". Queste le parole di Cesaretti presidente uscente Di fronte al ministro Poletti, al presidente di Confindustria nazionale Boccia, dell'ex ministro Tremonti, della governatrice Marini, degli imprenditori umbri, delle parti sociali e dei vari rappresentanti delle istituzioni militari e civili di fronte al ministro Poletti, al presidente di Confindustria nazionale Boccia, dell'ex ministro Tremonti, della governatrice Marini, degli imprenditori umbri, delle parti sociali e dei vari rappresentanti delle istituzioni militari e civili.

All'appello del presidente uscente ha fatto seguito l'adesione piena di  Alunni, che ha ribadito: "C'è bisogno di un sistema della regolamentazione migliore e più efficiente possibile, che sappia coniugare un esemplare rispetto dell'ambiente fisico e sociale con bassi costi amministrativi".