Coronavirus, contagio durante pellegrinaggio ad Assisi

Il paziente zero è un carmelitano
Assisi

Si sarebbero originati nel corso di un pellegrinaggio ad Assisi svoltosi dal 21 al 23 febbraio i quattro casi di contagio da Coronavirus accertati in Trentino. Lo ha reso noto il presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti, precisando che l’Azienda sanitaria avrebbe accertato che il paziente zero è un frate che ha partecipato al pellegrinaggio organizzato in pullman assieme ad altre 42 persone provenienti dal Trentino e residenti in gran parte a Trento. Il paziente zero è un carmelitano che si sarebbe contagiato in precedenza in occasione di viaggi nelle regioni del nord Italia.
In ogni caso le strutture sanitarie della regione Umbria, ricevuta la segnalazione, hanno immediatamente provveduto ad individuare e contattare tutti i soggetti con i quali la comitiva è entrata in contatto nell'area di Assisi e in particolar modo con la struttura ricettiva che li ha ospitati, disponendo - come da protocollo - la quarantena fiduciaria.