Comune di Assisi: nuove misure per le visite ai cimiteri

L’amministrazione comunale ha stabilito alcuni provvedimenti finalizzati a contenere la diffusione del Covid-19 in occasione della ricorrenza dei defunti
Assisi

Il Comune di Assisi, in occasione della ricorrenza della commemorazione dei defunti e nei giorni antecedenti e successivi, ha stabilito apposite misure per contenere la diffusione del Covid-19.
Si tratta di regole di comportamento da osservare durante l’accesso ai cimiteri comunali e durante le visite ai defunti.

Secondo quanto stabilito dall'amministrazione comunale, l'accesso sarà possibile dal lunedì alla domenica dalle 8 alle 17,30.

Il presidio agli ingressi nei giorni di massimo afflusso potrà essere garantito dai volontari delle Confraternite o altri addetti alla sicurezza che controlleranno l’ordinato ingresso e uscita dal cimitero e saranno a supporto delle disposizioni per il divieto di assembramenti.

In tutte le aree cimiteriali è obbligatorio indossare la mascherina, come previsto dal DPCM del 13 ottobre 2020. Sono inoltre vietati gli assembramenti e vale l'obbligo di mantenere la distanza minima di almeno 1 metro.

Durante i giorni di massimo afflusso e nelle aree cimiteriali saranno in campo anche alcuni volontari per garantire il rispetto delle regole

“L’amministrazione comunale – ha affermato il sindaco Stefania Proietti – è ben consapevole dell’importanza che la ricorrenza dei defunti ha per la cittadinanza. L’invito che rivolgiamo è di osservare con scrupolo le misure imposte, quindi massima collaborazione per far sì che il contagio non si incrementi. La situazione è particolarmente delicata e tutti abbiamo il dovere di adottare cautela per noi stessi e i nostri cari anche durante le visite ai cimiteri. Anche quest’anno abbiamo chiesto aiuto ai volontari delle confraternite che, come la scorsa primavera, saranno di supporto nell’assicurare il rispetto delle normative di sicurezza anticovid. Per questo encomiabile impegno vogliamo esprimere un ringraziamento a tutti i confratelli che saranno di aiuto in questi giorni, con il coordinamento di padre Marcello Fadda dell’Ordine dei frati minori Tor”.