Sanitopoli umbra, la presa di posizione di Salvini, del ministro Giulia Grillo e di Zingaretti

Per Salvini “ i cittadini dell’Umbria sono malgovernati da troppo tempo”. Verini a risponde a Salvini
Umbria

Una triste e vergognosa catastrofe politica quella odierna che ha coinvolto il  Pd umbro e molti dirigenti della sanità regionale.Sono arrivati  i primi commenti come quello del vicepremier Matteo Salvini che attraverso una nota ha detto “Senza entrare nel merito degli ultimi arresti, i cittadini dell’Umbria sono malgovernati da troppo tempo; elezioni regionali subito!”

Il segretario dei democratici Nicola Zingaretti è corso ai ripari commissariando i vertici regionali del partito: “Dopo l’autosospensione del segretario regionale dell’Umbria – si legge nella nota stampa  –  il segretario del Pd Nicola Zingaretti ha deciso di commissariare la Federazione Regionale del Pd dell’Umbria con l’onorevole Walter Verini, Presidente del Pd dell’Umbria”. Verini ha risposto al ministro dell’Interno: “Salvini non ha i titoli etici per parlare e darci lezioni, finché non restituirà i 49 milioni che la Lega deve agli italiani”. Ha parlato invece della “necessità di spezzare il legame tra politica e poltrone

Ill ministro della Salute Giulia Grillo ha postato una nota su Facebook   “E’ una nostra battaglia storica che acquisisce ogni giorno più significato alla luce di episodi come questo. Le indagini faranno il loro corso e non entro nel merito specifico, ma voglio ribadire l’urgenza di riaffermare che la trasparenza, il merito e l’assenza di conflitti di interesse sono punti di partenza necessari e imprescindibili per ogni nomina nella sanità. Andiamo avanti con la nostra battaglia per un sistema sanitario pulito, efficiente e all’altezza del compito a cui la nostra Costituzione lo ha chiamato in difesa del diritto alla salute per ogni cittadino”.