Bloccata la caccia a caprioli e daini

Scontro tra WWF e Regione Umbria
Umbria

La Regione dell'Umbria con una ordinanza emessa alcuni giorni fa ha dovuto bloccare  le autorizzazioni alla caccia a daini e caprioli, a causa di una diffida ricevuta dallo studio legale del WWF, che ha ottenuto l'esito favorevole ad un ricorso, ed alla conseguente ordinanza 120 del 25 Luglio, inerente il calendario venatorio del 2018-2019 emesso dalla Regione.

Il Governo locale ha dovuto desistere alla motivazione dei giudici del TAR che hanno confermato la " ineguatezza  dei piani di abbattimento, in presenza di un piano regionale scaduto ed in proroga,rispetto ad una estensione dei periodi di prelievo selettivo di alcune specie cacciabili " 

Si attende la data del sei settembre, ovvero, quando il Consiglio di stato dovrà pronunciarsi a favore del WWF o a favore dei cacciatori e della Regione Umbria.