Si dimettono sette consiglieri del PD di Umbertide

Profonda spaccatura tra il PD e il sindaco Locchi, ufficiali le dimissioni dei consiglieri regionali del partito
Umbertide

Spaccatura insanabile tra il PD di Umbertide e il sindaco Locchi.

Dopo il clima di tensione degli ultimi giorni sono ufficiali le dimissioni di sette consiglieri del Partito democratico che, piuttosto che sfiduciare il primo cittadino, decidono di prendere le distanze da lui allontanandosi definitivamente.

A lasciare l'incarico sono: il capogruppo Gianluca Palazzoli, Lucia Ranuncoli, Elisabetta Agea, Milena Fiorucci, Mirco Massai, Nicola Orsini e Giovanni Valdambrini.

In una nota, il PD di Umbertide, dichiara che “Il sindaco scarica sulle istituzioni le sue personali battaglie politiche”, inutili quindi i tentativi di mediazione proposti negli ultimi giorni, volti a sanare una crisi politico-istituzionale che ha scosso l'intera città.

È comunque certo il fatto che il Partito Democratico non ha la facoltà di sfiduciare il sindaco ma “la cosa più pulita e trasparente verso la città è quella di prendere le distanze dal suo comportamento attraverso le dimissioni dei consiglieri comunali. È incomprensibile come per il sindaco (che rifiuta il dialogo con il Pd) le questioni di lotta politica abbiano il sopravvento sulle istituzioni, sul bene della comunità”.

Ora Locchi deve trovare una nuova maggioranza per sanare questa crisi legislativa che oramai si trova appesa ad un filo.