Terni, Latini ad un passo dalla poltrona di sindaco

Boom del partito di Salvini: oltre il 29%, male Forza Italia, malissimo il Pd, bene Fratelli d’Italia
Terni

A Terni Leonardo Latini ad un passo dalla vittoria al primo turno per aggiudicarsi la poltrona di sindaco.

Per ora tutto rimandato al ballottaggio del 24 giugno quando sfiderà Thomas De Luca del Movimento 5 stelle. Ma la cosa più eclatante, e per certi versi "annunciata", è la debacle del Partito Democratico che dopo aver per così dire "governato" la città, ora raccoglie uno striminzito 12,5%.
In questo momento la Lega è il primo partito a Terni con oltre il 29%, seguita dal M5s (24,5%).
E ora per la poltrona di primo cittadino se la dovranno vedere Leonardo Latini, che ha ottenuto oltre 25 mila voti, pari al 49,2% e De Luca, che ne ha ottenuti 13 mila circa (25,1%).

La presidente della Regione Catiuscia Marini non sembra affatto sorpresa del risultato. Anzi, afferma: «La sconfitta non è di Paolo Angeletti, al quale deve andare il nostro ringraziamento, ma del Pd che dopo anni di difficoltà nella maggioranza al Comune di Terni e le divisioni alimentate anche nella definizione del percorso per le candidature e le liste, non poteva che concludersi con un mandato all’opposizione». 

E sempre partendo dai risultati di Terni si registra anche un altro segnale: continua a calare Forza Italia che ottiene un 9,2%, inferiore anche al dato delle recenti politiche. Fratelli d’Italia invece piazza un ottimo 6,3%.