Terni, il Comune incassa 3,2milioni di euro dalle multe

Un dato che segna una crescita del 12,2% rispetto all’anno precedente
Terni

Nel 2017 il Comune di Terni ha incassato 3,2 milioni di euro alla voce di bilancio “sanzioni e ammende”. Un dato che segna una crescita del 12,2% rispetto al 2016, che di fatto corrisponde ad una spesa pro-capite per abitante di quasi 29 euro, come risulta dall'elaborazione dei dati della Ragioneria dello Stato pubblicati da un quotidiano nazionale.
Per capire come mai il Comune di Terni lo scorso anno abbia incassato il più 12,2% di multe occorre prendere in considerazione due aspetti. Il primo è l'“effetto autovelox”, chiaro riferimento ai dispositivi spara-multe installati in viale dello Stadio e via Alfonsine. Dopo un braccio di ferro durato anni, Palazzo Spada, proprio lo scorso anno, ha iniziato a incassare centinaia di verbali, per eccesso di velocità, finiti a ruolo. Altro aspetto, il giro di vite che il Comune di Terni ha impresso per la riscossione delle multe, in generale, nell'ambito del piano di riequilibrio finanziario che avrebbe dovuto evitare il dissesto.