Già arrestato nell'ottobre scorso prosegue imperterrito nella sua attività di spaccio

Di nuovo in manette un rumeno sottoposto all'obbligo di presentarsi quotidianamente in Questura
Terni

Era stato arrestato ad ottobre per spaccio di droga dalla Polizia di Stato perché era stato colto in flagrante mentre cedeva cocaina; in casa, gli agenti avevano poi trovato altre 54 dosi, suddivise tra eroina e cocaina. Era stato condannato all’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria e tutti i giorni l’uomo si presentava in questura.

Quando la Sezione Antidroga della Squadra Mobile - durante i servizi quotidiani di appostamento e monitoraggio, intensificati come disposto dal Questore Messineo - l’ha visto ieri in auto in zona Gabelletta, l’ha riconosciuto immediatamente ed ha deciso di controllarlo.

Controlli estesi anche alla sua abitazione, dove, come nell’altra occasione, gli agenti hanno trovato, sempre nello stesso posto della cucina, 20 dosi di cocaina, già confezionate, del peso di 10,6 grammi, mentre in garage sono stati ritrovati altri 5,6 grammi, sempre di cocaina, e un grosso quantitativo di sostanza da taglio, oltre ad un bilancino di precisione.

Il rumeno è stato arrestato e nella direttissima di questa mattina, il Giudice del Tribunale di Terni ha disposto per lui gli arresti domiciliari.