Violenta rissa fra due famiglie indiane

La "guerra" condominiale scoppiata in una palazzina di via Tre Venezie
Terni

Violenta rissa tra due famiglie residenti nella stessa palazzina al civico 164 di via Tre Venezie a Terni.
«Nel primo pomeriggio del 1 ottobre – riferisce una nota dell’azienda ospedaliera di Terni – sono giunte al pronto soccorso 5 persone, tre uomini e due donne, rimasti feriti. Tutti hanno riportato ferite da taglio e contusioni varie: sono attualmente in osservazione breve intensiva un uomo che per una frattura del cranio oltre a ferite da taglio multiple ha una prognosi di 25 giorni ed un altro uomo con prognosi di 10 giorni; sono invece già stati dimessi, dopo le cure dei sanitari, gli altri tre feriti (due donne e un ragazzo)». In tutto cinque le persone finite in ospedale, considerata anche la donna incinta condotta al Santa Maria in via precauzionale.
Alla base della guerra condominiale ci sarebbero questioni economiche.
Sul posto sono intervenuti i carabinieri. Al termine della giornata di lunedì, come disposto dal pm di turno Camilla Coraggio sono scattati tre arresti.

Le due famiglie, entrambe di origine indiana, in passato avevano comprato all’asta tre degli appartamenti della palazzina, due dei quali sono stati poi ceduti all’altra famiglia ad un prezzo poi ritenuto troppo alto. Questa sarebbe la ragione all’origine della rissa terminata in strada, con la porta di ingresso spaccata, un uomo gravemente ferito e stordito steso sul marciapiede, un altro con un braccio sanguinante e altre due persone, mamma e figlio con ferite alla testa.