Operazione Spada, il Riesame conferma le misure cautelari

Rigettata la richiesta di annullamento presentata dai legali degli indagati
Terni

Altro passo per l'operazione Spada.

Il Riesame conferma le misure già in vigore per l'assessore al bilancio del Comune di Terni, Vittorio Piacenti D'Ubaldi e il commercialista Roberto Camporesi. La notizia arriva a due giorni dall'udienza, tenutasi a Perugia, fortemente voluta dai legali degli indagati.

Per entrambi restano quindi confermati i provvedimenti presi la scorsa settimana dal gip Federico Bona Galvagno che, in seguito alla revoca dei , aveva predisposto per l'assessore il divieto di frequentare gli uffici comunali, e per Camporesi la sospensione dall'attività di commercialista.

Riconfermati anche gli obblighi accessori che per Piacenti riguarda il dovere di dimora a Terni e il divieto di avere contatti con le aziende partecipate, mentre al commercialista spetta il divieto di dimora a Terni.

I provvedimenti confermati dai giudici sono quelli legati all'inchiesta “Spada bis”, atta a far luce sulle consulenze conferite al professionista delle coinvolte Farmacie Terni e Terni Reti.