Terni, tornano scritte minatorie nei confronti del sindaco

Opposizioni solidali ma si temono tensioni tra opposti estremismi
Terni

La polizia sta indagando su chi ha scritto sulla scritta minacciosa contro il sindaco rinvenuta su un muro della Biblioteca comunale dal chiaro contenuto: “Latini attento, soffia ancora il vento...”.

Potrebbe essere la bravata di qualche giovane di opposte tendenze rispetto a quelle dell’amministrazione comunale oppure qualcosa di più serio per cui indaga la Digos.

Gli investigatori sono fiduciosi che attraverso le telecamere di sorveglianza si possa risalire agli autori del gesto che riporta ad altri tempi.

Unanime comunque la solidarietà di tutti i partiti presenti in consiglio comunale per evitare una spirale di violenza iniziata a seguito della manifestazione per ricordare le foibe.

Questi i commenti politici: “Mi auguro presto vengano individuati i responsabili” afferma su Facebook il capogruppo del Pd, Francesco Filipponi mentre il gruppo consiliare del M5S afferma “che non si può che esprimere solidarietà verso il sindaco Leonardo Latini senza se e senza ma, senza alcuna giustificazione possibile”.