Terni, "L'archivio ritrovato" della famiglia Manassei

Oggi viene presentato il lavoro curato dallo staff sala Farini-Bct
Canali:
Argomenti correlati
Terni

Viene presentato doggi, mercoledì 22 maggio ore 16.30, in biblioteca comunale a Terni, il progetto "L'archivio ritrovato" della famiglia Manassei, un lavoro a cura dello staff sala Farini-Bct, che parte dal trasferimento in comodato d’uso di un antico fondo dell'archivio Manassei, costituito da beni documentali databili XVII-XX secolo e parte di un archivio più ampio databile tra il XIV e il XIX secolo, appartenenti attualmente alla famiglia Conti. L'iniziativa che si svolge al caffè letterario Bct, inaugura anche la mostra del fondo archivistico dei Manassei: interverranno il vicesindaco e lo storico dell'arte Michele Benucci.

Ritenuti di interesse storico dalla Soprintendenza archivistica dell'Umbria, i documenti contenuti in 14 scatoloni testimoniano il ruolo egemonico che l'antica e nota famiglia, per secoli, ha esercitato a Terni e non solo. Con l'inventario ragionato e indicizzato di questo prezioso fondo, Bct restituisce alla città un pezzo importante della propria storia.
"Considerato disperso e attualmente diviso e conservato in più sedi - dichiarano gli organizzatori - una parte del fondo Manassei pervenne all'Archivio di Stato di Terni nel 1984 a seguito della vendita da parte di Aldo Corritorio di Terni (che già aveva venduto due buste di documentazione appartenente alla medesima famiglia alla biblioteca comunale di Terni). Si tratta di 3 registri, 4 buste e 6 opere a stampa del XVIII-XIX secolo. Un'altra porzione del fondo Manassei, rintracciata a Perugia presso il venditore ambulante Gaspare Galici nel 1971, venne dapprima dichiarata di notevole interesse storico e successivamente depositata presso l'Archivio di Stato di Perugia. Tale documentazione, condizionata in un'unica busta, era costituita da 349 carte dei conti Manassei, databili tra il 1679 e il 1937. Nel 2000 tale busta è stata trasferita presso l'Archivio di Stato di Terni, per ricomporre il fondo".

La mostra in sala Farini sarà visitabile dal 22 maggio al 30 giugno secondo gli orari di apertura della biblioteca comunale.