Terni, a gennaio inflazione in picchiata

L’andamento dei prezzi rilevato dai Servizi Statistici. Dato più basso da luglio 2017
Terni

Il dipartimento Servizi Statistici della direzione Attività Economiche - Innovazione ha diffuso un che mostra l'andamento dell'inflazione di nel primo mese del 2019. A gennaio si assiste ad un brusco calo dell’inflazione che scende a +0,6%, (mezzo punto percentuale in meno di dicembre), tornando sotto l’1% e toccando il valore più basso da luglio 2017. La situazione di Terni risulta comunque in linea con l’andamento nazionale. Le variazioni più consistenti in positivo riguardano gli aumenti nelle tariffe della fornitura dell’acqua e del gas +1,2% e i rincari generalizzati di bevande alcoliche. Diminuzioni nei prezzi dei voli aerei, dei tutti i carburanti (benzina, gas GPL e gasolio) e dei costi di alberghi e pensioni. Tra gli alimentari ancora in calo il prezzo della frutta, mentre risale quello della verdura.

Come ogni anno viene aggiornato il paniere dei beni Istat e anche a Terni i Servizi statistici hanno adeguato la rilevazione. Entrano nel paniere lo zenzero e i frutti di bosco ma anche la bicicletta elettrica e l’hoverboard. Specchio della realtà che cambia e dell’invecchiamento della popolazione, entrano nel paniere anche i pannoloni e traversa salvaletto. Escono dalla rilevazione, perché ormai superati, il supporto digitale da registrare e la lampadina a risparmio energetico (nel paniere c’è la lampadina a Led).

Ogni mese a Terni vengono rilevati su tutto il territorio oltre 4.600 prezzi dei beni che compongono il paniere.