Il Foro Boario è un deposito di rifiuti

Un luogo senza più decoro all'ingresso dei mercati generali di Terni
Terni

L'archivio del Foro Boario continua ad essere ritrovo notturno per le prostitute ma anche per chi vuole sbarazzarsi di mobili, elettrodomestici e rifiuti vari alla faccia del decoro e della differenziata. Come riporta il Corriere dell'Umbria, a due passi dal parcheggio dello stadio, fra gli stand del frutta e verdura e il mattatoio, una stradina a vicolo cieco è costeggiata da immondizia di ogni genere da quella domestica a televisori, frigoriferi, persino sofà questi ultimi lasciati nell'ultimo tratto della via, laddove di notte ci sono più oscurità e minori controlli. Una situazione ingestibile proprio a causa della posizione discreta dell'area tagliata fuori dalle vie di comunicazione e non certo meta ideale per chi esce la sera in cerca di svago. Due le cose che lasciano più perplessi: come facciano i commercianti che al Foro Boario hanno botteghe fisse con tanto di saracinesca a tollerare un simile scempio e perché il capannone interessato dall'incendio non sia ancora stato demolito.