Arresti a Terni: Salvini, finalmente giustizia fino in fondo

Per il segretario della Lega "sistema marcio tra Pd e cooperative rosse"
Terni

Questa mattina il leader della Lega Nord Salvini ha tenuto il suo comizio a Terni e riferendosi all'arresto dei personaggi politici, il sindaco Leopoldo Di Girolamo e l'assessore Stefano Bucari, ha  commentato   "Finalmente a Terni come a Catania c'e' una giustizia che va fino in fondo e un procuratore che non ha paura e non si fa imbavagliare. E c' e' un sindaco agli arresti": 
Secondo il leader leghista "emerge un sistema marcio tra Pd e cooperative rosse". "Da qualche parte - ha sottolineato  Salvini -il sistema marcio sfrutta gli immigrati, qua sfruttava i lavori pubblici ai giardinetti e ai cimiteri. Chiediamo elezioni subito per avere un consiglio comunale e un sindaco onesto, trasparente ed efficace a Terni ma anche nell'Italia intera. Perché il sindaco del Pd di Terni e' figlio di una cultura che evidentemente va cancellata da questa Umbria e da questa  Italia". 
Il leader della Lega ha poi concluso "Ringrazio la Lega che per prima due anni fa ha sollevato questo problema e ha tolto una cappa che in Umbria e' ancora troppo forte. Il prossimo obiettivo e' mandare a casa il presidente della Regione e 
restituire agli umbri la loro splendida terra senza incrostazioni e senza queste commistioni".