Si finge uno 007 e si fa prestare soldi da una donna conosciuta sul social network

Insospettita la vittima si è rivolta alla polizia che ha denunciato il malfattore
Spoleto

La fantasia (malata) di certa gente non ha limiti per inventare situazioni che portano alla realizzazione di una truffa. E’ il caso di un disoccupato romano che spaccandosi per un sedicente "Capitano Ombra" appartenente a un reparto speciale della polizia, è riuscito a farsi dare circa 4 mila euro da una donna di Spoleto conosciuta sui social network.

La donna si è poi però insospettita e si è rivolta al Commissariato di P.S della Città del Festival e dalle indagini avviate dai Poliziotti è emerso è emerso che (ovviamente) non si trattava di un agente segreto ma di un disoccupato originario del Lazio che è stato così si è beccato una denuncia per truffa e sostituzione di persona.
Il "capitano ombra" per convincere la donna spoletina a dargli i soldi - aveva detto di essere continuamente inviato in rischiose missioni segrete all'estero, tanto da potersi spostare solamente sotto copertura. Aveva trasmesso poi alcune foto, per poi chiedere e ottenere del denaro in prestito. I due si sono anche incontrati ma poi il sedicente agente segreto ha cominciato a disertare gli appuntamenti con la scusa di partenze per missioni in vari continenti. Il sedicante 007 non ha restituito la somma e nella donna è aorto sorto il sospetto di essere stata raggirata, così si è rivolta alla polizia . Non si sa se sia riuscita a riprendersi i suoi soldi.